News

Immagine per la news New generation: rifiuto delle gerarchie o ansia di protagonismo?

–di Francesca Contardi * | 6 Luglio

Da più parti sento spesso commenti relativi alla necessità di trovare persone giovani, ma che sappiano rispettare regole e gerarchie. Qualcuno, insomma, che sappia stare al suo posto. Da chi è giovane e senza esperienza, ci si aspetta che l’ingresso in azienda avvenga con un approccio orientato all’apprendimento, all’ascolto e...

Immagine per la news Lo Smart working come arma per dare «una scossa culturale alla Pa

– di Carlo Mochi Sismondi * | 5 Luglio

Lo smart working è una filosofia manageriale fondata sulla restituzione alle persone di flessibilità e autonomia nella scelta degli spazi, degli orari e degli strumenti a fronte di una maggiore responsabilizzazione sui risultati. Con la Legge 22 maggio 2017 n. 81 recante «Misure per la tutela del lavoro autonomo non imprenditoriale e misure volte a f...

Immagine per la news L’industria 4.0 è un’occasione per valorizzare persone e competenze

- di Alessandro Pedrazzini * | 3 Luglio

Prendiamo la definizione di Impresa 4.0 più accreditata: l’innovazione 4.0 non sta nell’introdurre un macchinario all’avanguardia dal punto di vista tecnologico, ma nel sapere combinare diverse tecnologie e in tal modo integrare il sistema di fabbrica e le filiere produttive in modo da renderle un sistema integrato, connesso, in cui mac...

Immagine per la news Lo stipendio non basta più. Per i talenti serve una politica di benefit

–di Gianni Rusconi | 28 Giugno

La retribuzione, certo. Ma non solo. Oltre al compenso in busta paga sono diversi i benefit (non monetari) che oggi molti candidati, prima di accettare un’offerta per un nuovo incarico e apporre la canonica firma sul contratto di assunzione o collaborazione, decidono di richiedere e negoziare. Ce lo dice un...

Immagine per la news Gerarchie? No grazie, partecipazione

–di Barbara Ganz | 27 Giugno

Oltre quattro imprese italiane su dieci (il 44%) avvertono la necessità di un’evoluzione della propria struttura organizzativa e il 42% guarda con interesse a un modello di organizzazione partecipata e circolare, che rinuncia a gerarchie rigide e vede con favore un progressivo ridimensionamento delle differenze di ruolo e una maggiore propensione al ...

Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza sul nostro sito. Navigandolo accetti termini e condizioni della nostra Privacy policy.